Curiosità

Come scegliere la misura giusta? Ecco alcuni consigli

Scegliere la misura giusta di una scarpa dovrebbe essere una cosa semplice e pratica:  se sta troppo stretta o troppo larga, allora vuol dire che la misura è sbagliata. Purtroppo non è sempre così e a differenza dei vestiti (es T-shirt) dove con taglie standard come la M o la L si può andare abbastanza sul sicuro, con le scarpe a volte il discorso può essere un po’ più complesso, soprattutto quando manca la mezza misura.

Sbagliare la misura giusta con le scarpe però non è lo stesso che con un vestito (che lo si cambia spesso): quest’ultime le portiamo quotidianamentenella vita di tutti i giorni, per questo capire come scegliere la misura giusta è importantissimo. Sia per gli uomini ma anche e soprattutto per le donne, la scelta di una misura (e di conseguenza, la scelta di una scarpa giusta) può prevenire grandi danni o fastidi, come calli, duroni, alluce valgo e tanti altri problemi dei piedi ed è quindi molto importante.

Come fare allora a scegliere la misura giusta delle scarpe?  Vi sono diversi modi.

I metodi classici, come probabilmente saprete, consistono nel:

– Provare le calzature al momento dell’acquisto camminando per il negozio (se il venditore non lo permette, cambiate negozio);

– Toccare le punte delle scarpe per capire dove arriva l’alluce (per capire quanto spazio deve restare libero, bisogna calcolare almeno un centimetro);

– Provare le calzature con calzini che si indossano di solito;

–  Effettuare gli acquisti/prove alla sera, quando le piante dei piedi sono più larghe, per aver “lavorato” tutto il giorno e sorretto il nostro corpo.

– Infilare un dito anche lungo il tallone. Se passa senza problemi, è la misura giusta. Se è troppo largo (o stretto) allora va cambiata. Senza remore per l’estetica.

piede

Un ultimo aspetto  molto importante ma che non viene spesso considerato è quello di tenere sempre misurato il piede, perché anche se si crede che il numero rimanga pressoché lo stesso con l’età può variare, e spesso decresce. Per ottenere una misura perfetta del proprio piede si può utilizzare un “dispositivo di Brannock” (figura) disponibile in alcuni negozi di scarpe o dai podologi. In alternativa, un metodo simile ma molto più comodo e pratico è quella del “DISEGNO”.

Tutto ciò che serve è un foglio (a4 va benissimo) e una matita. Appoggiate il vostro piede (nudo) sul foglio e disegnate il contorno del piede con la matita (fissare il foglio con dello scotch può essere un buon suggerimento, oppure farsi aiutare da qualcuno). Una volta ottenuta la pianta, prendete il righello e misurate l’esatta altezza. Sottraete 5 mm (per eliminare lo spazio tra la linea disegnata e il piede effettivo) e confrontate con le seguenti tabelle:

 

 DONNE

  • 33 = 20.8 cm
  • 34 = 21.3 cm
  • 34,5 = 21.6 cm
  • 35 = 22.2 cm
  • 35,5 = 22.5 cm
  • 36 = 23 cm
  • 36,5= 23.5 cm
  • 37 = 23.8 cm
  • 37,5 = 24.1 cm
  • 38 = 24.6 cm
  • 39 = 25.1 cm
  • 40 = 25.4 cm
  • 41 = 25.9 cm
  • 41,5 = 26.2 cm
  • 42 = 26.7 cm
  • 42,5 = 27.1 cm
  • 43 = 27.6 cm

UOMINI

  • 37 = 23.8 cm
  • 37,5 = 24.1 cm
  • 38 = 24.4 cm
  • 38,5 = 24.8 cm
  • 39 = 25.4 cm
  • 39,5 = 25.7 cm
  • 40= 26 cm
  • 40,5 = 26.7 cm
  • 41 = 27 cm
  • 41.5 = 27.3 cm
  • 42 = 27.9 cm
  • 42,5 = 28.3 cm
  • 43 = 28.6 cm
  • 44 = 29.4 cm
  • 45 = 30.2 cm
  • 46 = 31 cm
  • 47 = 31.8 cm

 

Altri suggerimenti

– Misurare anche la larghezza e farla presente al negoziante al momento dell’acquisto per eventuali suggerimenti aggiuntivi;
– Disegnare e misurare entrambi i piedi (per notare anche piccolissime differenze);
– Eseguire l’operazione di sera, per il motivo precedentemente descritto;
– Seguire il proprio intuito e i segnali che il nostro piede ci invia; 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *